Verifica di stabilità di pareti – EC2

Le pareti portanti in cemento armato, grazie alle caratteristiche di “scatolarità” degli edifici nei quali sono inserite, offrono valori di resistenza solitamente esuberanti rispetto alle richieste derivanti dal calcolo strutturale. Per questo è possibile operare in molti casi con “pareti snelle”, anche in deroga ai limiti imposti dalle NTC nel caso di progettazioni svolte in campo elastico.
Assumono pertanto particolare importanza le verifiche di stabilità dell’equilibrio, che non tutti i softwares agli elementi finiti svolgono.
In questa sezione viene proposto un foglio di calcolo che consente di svolgere la verifica di stabilità di una parete in cemento armato in conformità all’Eurocodice 2 con il “metodo della rigidezza nominale” e in diverse condizioni di vincolamento.
La presente utilities è stata sviluppata con la massima attenzione ed è stata sottoposta a numerosi test di controllo, ma i risultati forniti dovranno essere sempre verificati dal progettista strutturale. Si consiglia in ogni caso di leggere con attenzione le istruzioni qui allegate e di comprendere preliminarmente le ipotesi adottate e le relative calcolazioni.

VISUALIZZA LA RELAZIONE

VISUALIZZA IL FOGLIO DI CALCOLO